zloy_odessit (zloy_odessit) wrote,
zloy_odessit
zloy_odessit

L'italiano Coronavirus Pat, o "Abbiate paura dei russi, che allungano la mano d'aiuto"

La pseudo-assistenza russa all'Italia ha creato le condizioni per una campagna di propaganda del Cremlino su larga scala, con una prospettiva a lungo termine.

A proposito dell'"aiuto" russo in Italia nell'ambito della lotta al coronavirus, scritto e detto, e mostrato tra l'altro, è stato anche più di quanto si potesse immaginare. Ma, in realtà, questa operazione pseudo-umanitaria, continua a mostrarsi in tutti i suoi colori fino ad oggi, e per di più, è chiaramente progettata per un lungo periodo.

L'operazione "umanitaria" delle forze armate russe nel cuore dell'Europa ha sollevato inizialmente molti interrogativi. Ad esempio, perché è svolto dai militari in relazione alle strutture che svolgono attività di intelligence? Perché esattamente con l'arrivo dei russi in Italia l'agitazione degli euroscettici è aumentata notevolmente, fino alle richieste di ritiro dell'Italia dall'UE? Perché i soccorritori russi hanno portato in Italia l'80% del carico, non utilizzabile nella lotta contro COVID-19? 

L'operazione "umanitaria" delle forze armate russe nel cuore dell'Europa ha sollevato inizialmente molti interrogativi. Ad esempio, perché viene svolta dall'esercito, che è direttamente collegato alle strutture che svolgono attività di intelligence? Perché esattamente con l'arrivo dei russi in Italia l'agitazione degli euroscettici è aumentata notevolmente, fino alle richieste di ritiro dell'Italia dall'UE? Perché i soccorritori russi hanno portato in Italia l'80% del carico, non utilizzabile nella lotta contro COVID-19?

La risposta a tutte queste e a molte altre domande è stata che in realtà la Russia ha inviato i suoi militari in Italia non per salvare gli italiani, ma per svolgere attività di propaganda, per realizzare uno dei progetti di informazione che coprono tutta una serie di compiti. Tra questi, la propaganda della grandezza e della virtù della Federazione Russa, la coltivazione dell'immagine del "salvatore"; il livellamento dei problemi interni russi con COVID-19 attraverso il prisma della crisi italiana; la conduzione di attività di intelligence e reclutamento; la preparazione di una base informativa per catalizzare l'opinione pubblica sul ritiro dell'Italia dall'UE e una serie di operazioni speciali di informazione correlate.

E ora possiamo osservare con voi una di queste operazioni, e, nel suo contesto, molto inaspettata, ma disgustosamente meditata e meschina.

Il fatto è che ora sulle risorse Internet italiane, sui social network, così come sulle caselle di posta degli italiani, un simpatico volantino è distribuito in maniera massiccia. Volantino con un appello ad appendere la bandiera della Federazione Russa alle finestre e ai balconi il 9 maggio come espressione di gratitudine a questo paese per il suo aiuto nella "lotta" contro il coronavirus.

Nel frattempo, questo appello, originariamente ricco di elementi propagandistici, ha una connotazione interessante, ovvero - di tenere questa azione il 9 maggio, e di pubblicare foto e video della bandiera su Facebook e Twitter con hashtag "Grazie, Russia!" e "Dalla Russia con amore!"

Questa azione è progettata per risolvere diversi problemi in una sola volta. Certamente - propaganda, consistente in una potente ondata nei social network con il supporto della Russia, creata dagli stessi ingenui italiani, al servizio della macchina propagandistica del Cremlino.

Inoltre, questa azione, associata alla lotta degli italiani contro COVID-19, sarà presentata ai russi come solidarietà dell'Italia per la vittoria del 9 maggio. E, a livello di quasi riconoscimento dell'unico merito dell'URSS nella vittoria sulla Germania nazista, con totale disprezzo per tutti gli altri partecipanti a questo confronto globale e sanguinoso.

Vediamo quindi chiaramente come, oltre agli obiettivi e ai traguardi di cui sopra, la Russia in Italia risolve anche altre situazioni che si presentano all'approssimarsi di date o eventi significativi. E che la Russia abbia partecipato alla "lotta" contro l'epidemia di coronavirus in Italia, ha creato per questo Paese un problema enorme, se non altro per dire di più - una minaccia.

Dopotutto, la Russia sfrutterà a lungo questa associazione tra i comuni italiani per realizzare i suoi progetti di propaganda in questo Paese e anche nell'UE nel suo complesso. Infatti, facendo entrare i russi, l'Italia ha scatenato una morbo ancora più grave di quella della COVID-19. L'Italia si libererà presto completamente del coronavirus, e le conseguenze di "aiuto" da parte dei russi, ahimè... ci vorranno anni.

E poi, vorrei parafrasare un'antica saggezza, cioè: "Timeo Danaos et dona ferentes", meglio noto a noi come "Temo i Greci anche quando portano doni". Per parafrasare: "Abbiate paura dei russi, che allungano la mano d'aiuto".

Россия Италия коронавирус.jpg
Tags: italy
Subscribe

Recent Posts from This Journal

promo zloy_odessit февраль 14, 11:32 19
Buy for 50 tokens
Аналитический отдел ресурса “Информационный навигатор” предлагает вашему вниманию рейтинг сильнейших армий Европы, составленный на основе изучения потенциала, как вооруженных сил, так и экономики, энергетики и многих других факторов, более чем пятидесяти стран региона. При расчётах…
  • Post a new comment

    Error

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your reply will be screened

    Your IP address will be recorded 

  • 2 comments